Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torta di mele con crema pasticcera

Sottotitolo: Una torta di mele non stanca mai
* * *
Difficile trovare qualcuno a cui non piacciano le mele. Dolce, aromatica, acidula, croccante, succosa, tenera, farinosa, profumata: ogni varietà di mela ha una sua caratteristica peculiare in grado di soddisfare le preferenze più disparate. 
La mela è ormai un frutto senza stagione, disponibile tutto l'anno sui nostri mercati. Ciò è dovuto sia alla coltivazione di tante varietà diverse, con periodi di maturazione differenti, sia alle tecniche di conservazione che oggi vengono adottate. Le mele infatti vengono fatte maturare lentamente in atmosfera controllata, e questo processo consente di ottenere una durata decisamente superiore rispetto al vecchio metodo di conservazione in cella frigorifera. 
L’autunno rimane però la stagione in cui possiamo portarle in tavola con i loro migliori colori e profumi. Al momento dell’acquisto è importante scegliere quelle che al tatto risultano sode, senza incavi o ammaccature; la buccia non deve presentare tagli e il picciolo non deve staccarsi facilmente dal frutto. In casa possiamo conservarle a temperatura ambiente, oltre che in frigorifero, a patto di tenerle in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta.
Bisogna inoltre controllarle spesso, basta una sola mela marcia per rendere marce tutte le altre con cui si trova a contatto: le mele (come le banane, le pere e i meloni) producono etilene, un gas in grado di deteriorare gli altri alimenti posti nelle vicinanze, e in modo particolare le verdure con foglie, che perciò vanno tenute sempre lontane.
Mangiare una mela al giorno, come consigliato dalla saggezza popolare, di certo non risolve ogni nostro possibile problema di salute, ma sicuramente aiuta. Gli effetti benefici sono noti fin dall'antichità e oggi sappiamo che una mela è composta principalmente da acqua e sali, ed è quindi ipocalorica; contiene molte vitamine; è ricca di fibre che aiutano a combattere la stipsi (quando viene cotta, mentre da cruda tende ad avere un effetto astringente); contiene sostanze antiossidanti; e la lista delle sue proprietà non finisce di certo qui. Ma al di là di tutte queste considerazioni, da un punto di vista strettamente gastronomico possiamo affermare senza ombra di dubbio che con le mele è possibile preparare un pasto completo, dall'antipasto fino al dolce. E qui ritorniamo al concetto iniziale, ovvero: 
Una torta di mele non stanca mai ! 
Stampa la Notizia

Farfalle con zucchine, fiori di zucca e burrata

Un buon piatto di pasta è spesso la soluzione più veloce quando si ha poco tempo per preparare qualcosa da mangiare. Oggi l'argomento cibo va per la maggiore, dappertutto c'è gente che cucina e, tra programmi televisivi, riviste, blog, social, manifestazioni varie e chi più ne ha più ne metta, spesso assistiamo alla preparazione di pietanze spettacolari, a volte stravaganti, con nomi d'effetto e presentazioni perfette. E così siamo diventati tutti sempre più curiosi, abbiamo voglia di assaggiare tanti piccoli bocconi, di carpirne i segreti, e siamo sempre alla ricerca della novità. Oggi il food è l'argomento giusto per richiamare gente, per divertirsi, per scoprire cose nuove. Ma diciamo la verità: alla fine siamo tutti alla ricerca di ricette veloci e semplici, di qualche idea gustosa che sia al tempo stesso anche facile da realizzare. Specialmente quando si torna a casa e ci si accorge che è già tardissimo, le ricette veloci sono la nostra salvezza!
Stampa la Notizia

Biscotti al cocco con confettura di ananas e kiwi giallo

I biscotti al cocco esistono in tante varianti. C'è la versione senza burro, quella con solo albumi, solo con farina di cocco oppure con aggiunta di altre farine, e così via. A seconda degli ingredienti utilizzati e del loro bilanciamento si ottengono dei biscotti più o meno croccanti o friabili. 
Oggi vi propongo una versione di biscotti al cocco morbidi, che diventano dei veri e propri pasticcini dal sapore fresco ed esotico grazie all'aggiunta di una confettura molto particolare. Un prodotto di alta qualità, come tutti quelli proposti dall'azienda Vis, la cui gamma si è recentemente arricchita di gusti nuovi della Linea Più Frutta Benessere, nella quale i protagonisti sono i superfood, alimenti dalle straordinarie proprietà benefiche, frutta di qualità e di prima scelta presente in un quantitativo pari al 65% sul totale del prodotto. 
In particolare, la confettura che ho utilizzato in questa ricetta contiene Golden Kiwi, un frutto carico di vitamina C ed E, fibre e potassio, e Ananas, fonte di sali minerali e drenante, che aiuta la digestione ed ha proprietà anti-infiammatorie. Questa confettura è inoltre classificata come ipocalorica. Bé, certo, qui non ho ragionato sul conteggio delle calorie ma piuttosto sull'abbinamento di sapori, e vi assicuro che è buonissima e che con il cocco ci va proprio a nozze. Tanto non siete a dieta, vero? 
Stampa la Notizia

Biscotti mattinieri

I biscotti da inzuppo fatti in casa sono semplici e genuini. Con il loro aspetto rustico e le caratteristiche crepe ci riportano subito ai ricordi dell'infanzia, alle nostre nonne intente a prepararli e alle tazze colme dove poterli tuffare. Sono ottimi con il latte, ma anche per il the, o nella cioccolata calda. Sono ritornati prepotentemente alla ribalta, tant'è che l'industria alimentare ne ha incrementato la produzione, spingendo molto anche con la pubblicità. Per essere veramente al top devono assorbire i liquidi senza però spappolarsi, insomma devono essere inzupposi al punto giusto. I biscotti che ho preparato con la ricetta che mi appresto ad illustrare li ho definiti 'mattinieri' per un motivo semplice: sveglia in piena notte, senza riuscire più a riprender sonno, dopo aver bevuto un caffè mentre fuori era ancora buio pesto, cosa potevo fare? Ma è ovvio! Mettere le mani in pasta, con gli ingredienti che avevo a disposizione. Quantità minime, giusto per avere qualcosa da gustare a colazione. E così, fin dalle prime ore del mattino, oggi dentro casa mia c'era un buon profumino ...
Stampa la Notizia

Crostata con amaretti e Nocciolata

Le torte con gli amaretti sono sempre deliziose, l'aroma inconfondibile di questo tipico biscottino di pasta di mandorle le rende speciali, sia che si tratti di torte soffici che di torte a base di frolla. Nelle nostre dolci preparazioni infatti spesso li adoperiamo dopo averli sbriciolati, per aggiungerli direttamente all'impasto di base o per formare uno strato uniforme sul fondo della torta (strato che avrà anche la funzione di assorbire l'umidità della marmellata o della crema che andremo a mettere come farcitura). Ma possiamo benissimo utilizzare gli amaretti lasciandoli interi. In quest'ultimo caso, giacché quelli che acquistiamo già pronti hanno una consistenza solitamente molto friabile, è bene inumidirli leggermente con un liquido (che può essere latte, liquore, caffè ecc., a seconda della ricetta) in modo che durante la cottura rimangano più morbidi e non diventino troppo secchi. Proprio come ho fatto in questa deliziosa crostata, composta da due dischi di pasta frolla farciti con gli amaretti interi bagnati nel rum e ricoperti da una golosa crema spalmabile al cioccolato e nocciole. Con un piccolo accorgimento affinché la crema non indurisca durante la cottura: l'aggiunta della panna fresca.
Stampa la Notizia
Template by Dlmdesign.it