Tortelli dolci di Carnevale

I dolci di Carnevale sono, per tradizione e per la maggior parte, dolci fritti. Il Carnevale è la festa più opulenta dell'anno e come tale andrebbe festeggiata allegramente, senza badare alle calorie. 
Per preparare questi tortelli o ravioli dolci ripieni, che dir si voglia, ho usato l'impasto delle chiacchiere del Maestro Iginio Massari, oramai super collaudato, e li ho farciti con la Fiordifrutta ai mirtilli rossi (ma ovviamente si può utilizzare qualsiasi altro gusto di confettura o marmellata).
Sento già nell'aria odor di domanda: "Ma invece di friggerli, posso cuocerli in forno?". No.
Preparare una ricetta pensata per la frittura e poi usare il forno non garantisce un buon risultato. Le ricette vengono bilanciate negli ingredienti tenendo conto anche del metodo di cottura. Una regola che ho imparato da un pasticcere è che ciò che viene immerso nell'olio bollente, rispetto alla medesima preparazione da cuocere in forno, deve contenere al suo interno una minore quantità di grassi, perché con la frittura ne assorbe degli altri. I dolci fritti non devono rimanere untuosi, devono risultare leggeri e croccanti. E questi ravioli ripieni lo sono sicuramente. 
Ecco come li ho preparati:


Tortelli dolci di Carnevale

Ingredienti
500 g di farina forte (330 W)
60 g di zucchero
60 g di burro
175 g di uova (3 uova medio-grandi)
50 g di rum bianco (40% vol)
buccia di limone grattugiata
confettura q.b. (Fiordifrutta Mirtilli rossi di bosco - Rigoni di Asiago)
olio per friggere
zucchero a velo

Nella ciotola della planetaria (o sul piano di lavoro) mettere la farina setacciata, lo zucchero e il burro a pezzetti. Pesare le uova in un altro contenitore e unire la buccia di limone e il rum, mescolando sommariamente. Versare i liquidi nella ciotola con le polveri e iniziare ad impastare a bassa velocità.
Quando l'impasto risulterà omogeneo lavorarlo ancora un po' sul piano di lavoro a formare un filoncino, avvolgere con pellicola per alimenti e lasciar riposare a temperatura ambiente per almeno un'ora.


Trascorso il tempo di riposo, stendere l'impasto sottilmente con un mattarello (o con la macchina per tirare la sfoglia). 


Tagliare delle strisce di uguale larghezza e distribuire dei mucchietti di confettura, ben distanziati e ad intervalli regolari, su metà delle strisce ricavate. Ricoprire con le altre strisce di pasta e sigillare bene i bordi facendo pressione con le dita. Sempre con la rotella tagliapasta ritagliare i singoli tortelli.


Friggere i tortelli in olio ben caldo rigirandoli velocemente e far sgocciolare su carta assorbente.


Spolverare con abbondante zucchero a velo.



Commenti

  1. Bellissima realizzazione e risultato perfetto. Da oggi ti seguo con attenzione.
    Ciao Marco

    RispondiElimina

Posta un commento