Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Involtini di prosciutto cotto con ricotta e spinaci

Parola d'ordine: fresco e leggero. È quello che cerchiamo quando dobbiamo consumare un  pasto nella stagione calda in cui oramai siamo entrati a pieno titolo (o almeno così pare), ed è ciò che ho messo io nella mia proposta di oggi. Freschezza e leggerezza in una nuova ricetta per la rubrica Light and Tasty, dove l'ingrediente che abbiamo scelto non conosce mezze misure: o si odia o si ama.
Indubbiamente gli
spinaci
sono preziosissimi nella nostra alimentazione! Per fortuna a me piacciono e li uso spesso, tant'è che qui sul blog potete trovarli ad esempio nel polpettone, in una torta salata, in uno sformato di riso, in tortini monoporzione, ma anche per condire la pasta, per fare delle frittatine al forno, per una vellutata, per delle polpettine sfiziose e persino per farcire i tramezzini di carne. Insomma, sono davvero versatili.
Questi involtini di prosciutto cotto con spinaci e ricotta sono semplicissimi, si possono preparare in anticipo e possono diventare dei bocconi da antipasto o, in quantità più consistenti, un piatto unico sia per la pausa pranzo che per una cena leggera. 
Ecco cosa ho utilizzato:
Stampa la Notizia

Spaghetti di zucchine e gamberetti

Inizia una nuova settimana e arriva la ricetta del lunedì dedicata alla rubrica Light and Tasty. Oggi nelle nostre proposte troverete
molluschi e crostacei
Per entrambi possiamo affermare che l'apporto calorico è abbastanza basso o moderato, a seconda della specie e, ovviamente, a seconda del tipo di preparazione culinaria in cui vengono impiegati.
Personalmente amo molluschi, crostacei e frutti di mare, e potrei motivarlo con la loro ricchezza di proteine nobili, di acidi grassi del gruppo Omega 3, di iodio e così via; ma in tutta sincerità devo dire che li amo semplicemente perché ... sono buonissimi!!! In cucina danno sapore ad ogni piatto senza bisogno di aggiungere chissà quanti ingredienti, però si deteriorano rapidamente: è condizione essenziale che siano veramente freschissimi, altrimenti possono portare conseguenze abbastanza serie per la nostra salute.
Per l'appuntamento con la rubrica ho pensato ad un piatto light che, così composto, sembra proprio un primo piatto di pasta, ma in realtà qui la pasta proprio non c'è. 
Ad onor del vero esiste un apposito attrezzo che consente di tagliare le verdure per ricavarne una sorta di spaghetti; io non ce l'ho (ebbene sì: nella lista infinita delle varie caccavelle di casa mia questo ancora non c'è) ma poco male, basta armarsi di tagliere e coltello e via. E poi, se non erro, con quell'attrezzo si ottengono dei fili di verdure abbastanza sottili, invece io ho preferito ricavare dei bastoncini un po' più consistenti. 
Per questa preparazione ho usato due zucchine nere e due bianche, teneri gamberetti e una manciata di pomodori datterini arancioni. Come sempre l'aggiunta di aglio, cipolla, scalogno e altro è da considerare a proprio gusto, io preferisco assolutamente farne a meno (tranne rare eccezioni), specialmente nei piatti che contengono il pesce.
Andiamo a vedere come si preparano questi finti spaghetti di zucchine:
Stampa la Notizia

Riso rosso con seppie e piselli

L'ingrediente protagonista delle ricette Light and Tasty di oggi è un cereale antico e molto amato che la natura ci regala in tante varietà, molto diverse tra loro per forma e colore del chicco, per profumo e sapore e per contenuto nutrizionale:
il riso
È noto per la sua elevata digeribilità e per la capacità di regolarizzare l'attività della flora intestinale, è privo di glutine, ha uno scarso contenuto di sodio e nelle varietà integrali è particolarmente ricco di fibre, per cui ha un alto potere saziante e viene spesso inserito nelle diete ipocaloriche.
Per la mia ricetta ho scelto il riso rosso, un riso integrale che, oltre a vantare tutte le proprietà comuni ad ogni tipologia di riso, è anche un prezioso alleato nel riequilibrio dei livelli dei trigliceridi e del colesterolo cattivo ed ha un sapore particolarissimo.
Quello fra seppie e piselli è un abbinamento classico che insieme al riso rosso dà vita ad un piatto colorato e nutriente, molto semplice da preparare e buono anche con pochissimo condimento.
Stampa la Notizia

Ciambellone " poke cake " alla Nocciolata bianca

Oggi voglio riproporvi questa preparazione dolce con la panna nell'impasto, già sperimentata in una precedente ricetta (vedi Ciambella variegata al caramello) perché si tratta di una torta sprint che vale la pena provare. Possiamo usare un mixer o un frullatore, mettiamo tutto insieme e sporchiamo una sola ciotola. È senza burro e senza olio e dà un risultato sofficissimo grazie alla presenza della panna fresca. È un dolce che si può preparare anche all'ultimo minuto e consente di togliere dal frigo quel brick di panna che magari volevamo utilizzare diversamente ma che ormai è prossimo alla scadenza e quindi... bisogna inventarsi qualcosa per non farlo finire nella pattumiera.
Qui ho adoperato uno stampo per ciambellone, ma ho comunque usato la tecnica tipica della poke cake, che in sostanza è una torta con dei fori riempiti, nata in America negli anni '70 e ritornata in auge ai tempi nostri. Ecco come ho preparato la mia poke cake a forma di ciambella con una crema alle nocciole che la rende golosissima!
Stampa la Notizia

Tortini di quinoa con formaggio fresco e crema di fave

Hanno la particolarità di essere l'unico legume che può essere consumato sia crudo che cotto. Sono ricche di potassio e contrastano la ritenzione idrica, sono energizzanti, depurative e ricche di preziosi nutrienti. Oggi nelle nostre ricette Light and Tasty abbiamo usato le
fave
che in questo periodo possiamo reperire fresche perché sono di stagione, sebbene siano poi disponibili tutto l'anno nella versione secca. 
Le fave rappresentano un valido sostituto della carne e fin dall'antichità gli Egizi, i Greci e i Romani ne apprezzavano le proprietà nutrizionali. Il fatto che facciano aumentare la pressione sanguigna è una convinzione diffusa ma errata anzi, al contrario, le fave aiutano a tenere sotto controllo i valori della pressione; in più, le fibre contenute favoriscono l'attività intestinale, i sali minerali apportano giovamento a chi pratica sport e lo scarso apporto calorico è ideale per chi segue una dieta dimagrante.
Ci sono tanti modi per utilizzare le fave in cucina ma per sfruttarne tutti i benefici è meglio consumarle crude, o in ogni caso farle cuocere il meno possibile. Si possono insaporire con aglio, menta, coriandolo, limone, erba cipollina, ma giacché non amo né l'aglio e né l'erba cipollina, e il coriandolo fresco dalle mie parti proprio non riesco a reperirlo, nelle mie ricette con le fave io uso spesso il limone e/o la menta.
Con l'arrivo della primavera arriva anche la voglia di portare cibi freschi in tavola. Certo, quest'anno più che mai stiamo assistendo a fenomeni meteorologici assolutamente insoliti per il mese di maggio. Ma prima o poi il tempo cambierà e se il sole ancora non splende alto nel cielo noi lo facciamo arrivare sulle nostre tavole, con un piatto colorato e gustoso come quello che vi propongo oggi.
Per legare la quinoa qui ho usato della ricotta, che però potete sostituire con altro formaggio fresco spalmabile, a vostro piacimento. Pochi ingredienti, tanto gusto e tanta leggerezza: questi tortini di quinoa al formaggio e crema di fave fanno bella figura e sono davvero semplici da preparare.
Stampa la Notizia
Template by Dlmdesign.it