Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Panini light di farro semintegrale con prosciutto e funghi

Può un panino essere light? Ebbene sì, questa settimana le ricette del team di Light and Tasty sono dedicate a quella che è una comoda soluzione per una pausa pranzo veloce e poco dispendiosa, a cui spesso si ricorre quando non si ha la possibilità di sedersi a tavola, ma anche per uno spuntino, per una scampagnata, o più semplicemente per un improvviso attacco di fame
Con qualche accorgimento è possibile ridurre di molto le calorie che un panino farcito può apportare. In primo luogo c'è da tener presente il tipo di pane utilizzato: quello preparato con farine raffinate è sicuramente meno light rispetto ad un pane a base di farine integrali e cereali alternativi al frumento. C'è poi da considerare che per ottenere un pane più morbido spesso si ricorre all'aggiunta di una certa quantità di grassi e zuccheri nell'impasto (latte, uova, strutto, burro, olio) che fanno aumentare notevolmente le calorie.
Detto ciò, bisogna scegliere bene gli ingredienti con cui farcire: no agli insaccati, alla mortadella, ai formaggi a pasta dura e a quelli stagionati, da evitare assolutamente i ripieni fritti, le salse grasse, gli alimenti sottolio. Via libera agli affettati e ai formaggi magri, alle carni bianche e naturalmente, alle verdure. Attenzione anche alle dimensioni, si può limitare la quantità di pane optando per una pagnotta piccola e abbondare invece con una farcia leggera.
Io vi propongo il gustoso abbinamento tra il prosciutto cotto e i funghi champignon, racchiuso in questi gusci di pane che per la loro forma ricordano un po' i panini di Poldo (l'amico di Braccio di Ferro 😄 )

Stampa la Notizia

Muffin con Nocciolata e gocce di cioccolato

La colazione è il pasto più importante della giornata. Ce lo sentiamo ripetere continuamente, non dovrebbe mai essere saltata, è il carburante per affrontare gli impegni del nuovo giorno che inizia e dovrebbe coprire circa il 25% del fabbisogno calorico giornaliero.
La cosiddetta colazione all'italiana predilige il dolce piuttosto che il salato. Latte, biscotti, fette biscottate e marmellata è un classico del primo pasto della giornata, ma anche yogurt, frutta fresca, the e cereali fanno parte degli alimenti consigliati. Per chi effettua attività fisica, poi, un po' di cioccolato al mattino non guasta. 
Fare colazione al bar consumando, ad esempio, solo un caffè e una spremuta o un cappuccino accompagnato da cornetto o brioche non dovrebbe diventare un'abitudine. Affermare che bisogna preferire i dolci fatti in casa ai prodotti già confezionati, solitamente molto ricchi di grassi, è quasi superfluo.
I muffin sono un ottimo modo per iniziare bene la giornata con un tocco di dolcezza. Quelli che vi propongo oggi non sono eccessivamente dolci né eccessivamente grandi (ogni porzione è di circa 70/75 g) e hanno il buon sapore della crema di cacao e nocciole aggiunta all'impasto insieme alle gocce di cioccolato. Sono davvero facilissimi e di rapida esecuzione, ideali da preparare la sera prima, come faccio sempre io, perché restano morbidi a lungo. 
Stampa la Notizia

Cestini di radicchio e formaggio light con nocciole e timo

Quando arriva la bella stagione cresce la voglia di ricette fresche e leggere, i piatti diventano ancora più colorati, sfiziosi, ipocalorici e salutari. Per combattere il caldo, si sa, è bene aumentare il consumo di frutta e verdura e per stare alla larga dal calore dei fornelli si prediligono pietanze che non richiedono cottura. 
Oggi per l'appuntamento con Light and Tasty noi del team abbiamo deciso di utilizzare i
formaggi freschi
perciò ecco la mia proposta, semplicissima e tanto saporita.
Stampa la Notizia

Smoothie melone e cardamomo

Oggi la ricetta dedicata alla rubrica Light and Tasty ha come protagonista un frutto delizioso: 
il melone
Ricchi di acqua e a basso contenuto calorico, i meloni sono presenti sia in inverno che in estate. I cosiddetti meloni estivi arrivano sui mercati da maggio a ottobre e sono quelli dalla polpa arancione e dalla buccia reticolata. I meloni invernali maturano con la bella stagione ma si conservano bene fino a dicembre, per essere gustati anche nei periodi più freddi.
Le specie esistenti sono moltissime, si differenziano sensibilmente sia come aspetto che come sapore e profumo. Ecco le principali:
Il melone retato - ha la buccia reticolata e caratterizzata dalla presenza di scanalature, la polpa è succosa e di colore arancione, ed è molto profumato. Il suo profumo si avverte già all'esterno.
(foto dal web)

Il melone di Cantalupo - ha sempre la polpa arancione ma la superficie, di colore verde-grigiastro, è un po' più liscia rispetto a quella del retato e generalmente non presenta scanalature ben definite.
(foto dal web)

Il melone d’inverno o melone giallo - ha un aroma molto ricco che viene protetto da una spessa buccia di colore giallo, o giallo-verde; la polpa, bianca e succosa, sprigiona i suoi profumi solo nel momento in cui il frutto viene aperto. Si conserva a lungo in ambienti freschi e al riparo dalla luce.
(foto dal web)

Per gustare al meglio questo semplicissimo smoothie che oggi vi propongo, arricchito dall'aroma intenso e leggermente pungente del cardamomo, il melone deve essere freddo di frigorifero. L'esecuzione è veloce e il risultato è una bevanda dissetante, ricca di minerali, povera di calorie e dall'elevato potere saziante.
Stampa la Notizia

Scaloppine in agrodolce ai mirtilli

Per la ricetta dedicata alla rubrica Light and Tasty noi del team oggi abbiamo rivisitato per voi un piatto classico della cucina italiana, ovvero le
scaloppine
Secondo tradizione, il termine scaloppina indica una fettina di carne che viene passata nella farina, cotta velocemente in padella con un grasso (burro o olio) e irrorata con il fondo di cottura a cui nel frattempo viene aggiunto vino, liquore, succo di limone o altro. Nelle regioni meridionali si usa anche mettere del pomodoro, per una versione alla pizzaiola. Non solo carne di manzo o vitello, ma anche maiale e pollame, purché si tratti di una fettina piuttosto sottile. 
Per realizzare la mia versione di oggi io ho usato l'arista di maiale, ma possiamo anche sostituirla con pollo o tacchino, che legano bene con l'agrodolce della ricetta. Per alleggerire il tutto ho evitato il burro e non ho infarinato la carne, facendo addensare la salsa a fine cottura con pochissima fecola di patate.
L'abbinamento tra frutta e cibi salati è sempre accattivante. Facile da preparare e veloce nell'esecuzione: se volete stupire i vostri commensali questa è di sicuro una pietanza ad hoc. Aggiungere un'insalatina mista di verdure di diversi colori poi non serve solo ad ottenere l'effetto "wow" alla vista, ma anche ad arricchire il piatto con sostanze nutritive che lo rendono più completo.  
Stampa la Notizia
Template by Dlmdesign.it