Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Risotto profumato all'arancia con cavolo viola e noci

Del cavolo viola e delle sue caratteristiche avevo già scritto in un post precedente (vedi Insalata con cavolo viola) dove lo avevo utilizzato crudo, e poi anche nella ricetta di un sano e gustoso contorno (vedi Contorno di cavolo viola e verza) dove il cavolo aveva cambiato colore in seguito alla cottura, assumendo una tonalità di blu. Stavolta invece ha mantenuto meglio il suo viola, e il motivo (come spiegato nel post citato sopra) è la componente acida che ho messo nell'acqua in cui l'ho lessato: l'aceto.
Questo risotto con i suoi colori ha un aspetto molto primaverile. Invece è stato preparato con ingredienti decisamente autunnali e invernali! A riprova che l'inverno può anche non essere solamente freddo e grigio, quantomeno a tavola 😊


Risotto con cavolo viola, arancia e noci

Ingredienti
300 g di riso Carnaroli
1 lt circa di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco
uno spicchio di cavolo viola
un'arancia Tarocco 
5 o 6 noci
30 g di burro
olio extravergine d'oliva
mezzo bicchiere di aceto bianco 
sale e pepe

Preparare un brodo vegetale leggero, filtrarlo e tenerlo in caldo.

Mondare il cavolo viola e lessarlo in acqua bollente salata, acidulata con l'aceto. Quando sarà abbastanza tenero (20-30 minuti circa) sgocciolarlo e far raffreddare,


Mettere sul fuoco la pentola del riso con un paio di cucchiai di olio (a piacere, aggiungere cipolla o scalogno tritati finemente). Far tostare il riso, bagnare con il vino, lasciar sfumare e iniziare la cottura aggiungendo man mano qualche mestolo di brodo caldo.


Nel frattempo spremere l'arancia e filtrare il succo.


Quando sarà a metà cottura aggiungere al riso il cavolo tagliuzzato e il succo dell'arancia. Salare e completare la cottura. Spegnere il fuoco e mantecare con il burro. Coprire e far riposare per 3 minuti circa.


Sbucciare le noci e tritare grossolanamente i gherigli.

Servire il risotto nei piatti spolverando con le noci tritate e una macinata di pepe, decorando a piacere con pezzetti di cavolo viola e fettine d'arancia. 

Stampa la Notizia

7 commenti:

  1. Interessante il tuo consiglio per mantenere il colore. Ne ho nell'orto ma di solito lo preferisco crudo perchè cotto assume una colorazione indefinibile. Seguirò la tua ricetta. Ciao

    RispondiElimina
  2. Molto molto interessante per una risottara come me prendo nota e prima o dopo lo faccio ma solo per me, marito...zzo odia il riso ma ama la pasta al contrario di me. Buona setimana.

    RispondiElimina
  3. Questo piatto è uno spettacolo...bravissima, un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Un risotto davvero troppo originale con ingredienti e abbinamenti che mi incuriosiscono e ispirano troppo,sicuramente è buonissimo e profumato,complimenti anche per la bellissima presentazione;).
    Un bacione:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Cavolo viola e arancia una coppia veramente singolare ;-)
    dall'aspetto direi vincente da provare senz'altro !!!
    baciotti ^__^

    RispondiElimina
  6. Ciao Maria Grazia, benvenuta nel gruppo, ero passata permettermi fra ituoi lettori e ho scopertop che ti seguivo già, chissà quando e poi ti ho perso nella rete, adesso che ci siamo ritrovate sarà un piacere lavorare insieme. Intanto complimentissimi per uesto risotto, se è vero che anche l'occhio vuole la sua parte qui è più che accontentato, un bacione a presto

    RispondiElimina
  7. Che bello! E' meraviglioso e che colori poi :) Sembra di un grande chef super stellato anzi no, è anche meglio e solo tu potevi realizzarlo :)

    RispondiElimina

Template by Dlmdesign.it