Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Piadina con farina di mais

E' proprio vero, la piadina è buona con tutto, e anche da sola. Questa non è certamente la ricetta tradizionale romagnola, ma è comunque una versione buona e saporita che si presta alla grande varietà dei ripieni possibili: dai semplici salumi e formaggi alle farciture a basi di verdure e carni fino ad arrivare alla cioccolata spalmabile con infiniti abbinamenti.
Stampa la Notizia

Merluzzo gratinato al limone con patate novelle

Non c’è storia. Un bel merluzzo fresco nulla ha a che vedere con i tranci o i filetti messi in bella mostra nei banchi dei surgelati, già puliti, senza pelle, senza lische, ma il più delle volte stoppacciosi e senza sapore. Per non parlare poi di quelli già in pastella, impanati, impiastricciati, ai quali non mi avvicino neanche, perché immancabilmente nella lista degli ingredienti compare lui, l’aglio, insieme ai non meglio specificati “aromi”. E vogliamo parlare di ciò che arriva al naso? Un merluzzo fresco ha un odore delicato che si sprigiona anche durante la cottura, molto diverso da quello che viene emanato dai famosi filetti surgelati. Se non avete ancora provato la differenza, vi consiglio vivamente di farlo. E poi, quasi tutte le pescherie oramai offrono anche il servizio di pulizia del pesce, per cui è tutto più facile.
Il merluzzo è povero di grassi, perfetto per chi segue un regime dietetico a basso contenuto calorico. La freschezza del pesce si riconosce dalla compattezza delle sue carni. Carni bianche, che una volta cotte assumono un colore bianchissimo. Si può preparare in tanti modi diversi: in umido, con o senza pomodoro, in pentola o al forno, fritto, impanato, nelle polpette, nelle frittelle, e chi più ne ha .. Qui vi mostro come l’ho preparato io ieri sera.
Stampa la Notizia

Gnocchi di semola

Sono detti anche gnocchi all'acqua cotta e sono molto semplici da realizzare. La regola di base è che la farina e l’acqua bollente utilizzate per la preparazione devono essere in pari quantità. La farina di semola assorbirà tutta l'acqua, è sufficiente mescolare e poi trasferire sul piano lavoro, impastando per pochissimo tempo: si otterrà così un impasto liscio e sodo. Si possono cuocere subito e condire a proprio piacimento. Si possono congelare appena fatti, ponendo in freezer il vassoio infarinato, e una volta induriti si trasferiscono in un sacchetto apposito; al momento di cuocerli si versano nell'acqua bollente senza bisogno di scongelarli preventivamente.
Stampa la Notizia

Crostata di patate

Crostate, sempre crostate. Lo so cosa state pensando: non bastava l'ossessione per le crostate dolci, adesso è passata pure a quelle salate! Oddio, mi dispiace per voi, ma io ho proprio la "crostatite cronica", ihihihi... Questa l'avevo trovata gironzolando per il web, purtroppo non ricordo la fonte, ma di sicuro la versione originale prevedeva un ripieno diverso. Se non erro si trattava di spinaci, perché aveva dei colori gialli e verdi. L'immagine è rimasta impressa nella mia memoria e, complice una giornata un po' più fresca che questo mese di Giugno ci ha riservato, ho approfittato delle verdure che la bella stagione ci offre, ho acceso forno e fornelli e.. ho preparato la cena. 
Stampa la Notizia

Cantucci ai mirtilli rossi e pistacchi

E poi arriva quella sensazione che non è proprio fame, ma piuttosto.. voglia di qualcosa di buono, come recitava una famosa pubblicità. Voglia di qualcosa da sgranocchiare sul divano davanti alla tv, oppure mentre si sta seduti in terrazzo durante una serata estiva, a godersi l'aria diventata finalmente più fresca. Un dolcetto perciò ci vuole, eccome. Questa sicuramente non è la ricetta originale dei famosi cantucci toscani, ma diciamo che è una versione rivisitata, fatta con ingredienti che avevo a disposizione al momento. Perfetti da sgranocchiare a fine pasto accompagnati da un bicchierino di vino dolce, questi biscotti sono una vera tentazione anche in altri momenti della giornata, e a casa mia sono spariti in fretta.
Stampa la Notizia

Farfalle profumate all'arancia con pesce spada e pistacchi

Profumi e sapori decisamente mediterranei per questo piatto da consumare preferibilmente freddo, ma che si può gustare anche tiepido. La pasta fredda è uno dei "must" dell'estate, e le farfalle sono uno dei formati che preferisco per le mie insalate di pasta. Per questa ricetta si può utilizzare anche del pesce spada fresco, tagliandolo a cubetti e facendolo saltare in padella prima di condirlo allo stesso modo di quello affumicato che ho usato io. Naturalmente il risultato sarà diverso, l'affumicatura infatti crea un gradevole contrasto con la dolcezza dell'arancia e dei pistacchi, conferendo un sapore più intenso che mi sembra più adatto alla versione fredda di questo piatto e che a me è piaciuto molto.
Stampa la Notizia
Template by Dlmdesign.it