Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Girelle di crepes farcite

Per la serie "apri il frigo e .. inventa la cena". Per avere qualcosa che si può preparare in anticipo. Per un antipasto appetitoso. Per non portare in tavola la solita frittata. Insomma, per quello che volete voi :-) Io le ho preparate così, ma spazio alla fantasia! il ripieno può essere variato e arricchito a piacere, questa ricetta si presta a tantissime varianti. 
Stampa la Notizia

Baccalà con patate e fagioli cannellini

E' arrivato il freddo e una buona minestra calda ora si gusta con piacere. Questa ricetta proviene da un opuscolo pubblicitario, con ricettario annesso, che ho ricevuto in omaggio diverso tempo addietro, acquistando una certa marca di baccalà. La tenevo da parte e alla prima occasione ho voluto provarla, apportando qualche modifica, seppur minima, rispetto alla ricetta originale. Ad esempio, ho eliminato l'aglio ... ^_^ ...  ed ho aggiunto un po' di peperoncino. 
Stampa la Notizia

Cupole al pistacchio

Impazzisco per il pistacchio. Appena vedo qualche prodotto che lo contiene scatta la mania ossessivo-compulsiva dell'accumulo: porto subito nella mia dispensa. Pistacchi interi al naturale, farina di pistacchi, pistacchi in granella, crema spalmabile al pistacchio, pesto salato, torrone, liquore, tavolette di cioccolato al pistacchio, ho tutto! Di recente ho scoperto anche la pasta al pistacchio per gelateria che rispetto alla crema spalmabile è molto concentrata ed è decisamente meno dolce. Per fare queste tortine monoporzione ho preparato delle basi di pandispagna, della crema pasticcera al pistacchio, della crema diplomatica al pistacchio (ottenuta semplicemente aggiungendo panna fresca montata alla crema pasticcera) e per la bagna ho utilizzato un rosolio al cioccolato e pistacchio, ovvero un liquore a base di infuso di pistacchi, alcool, cioccolato bianco e pistacchi tritati. Ho poi ricoperto il soffice pandispagna così farcito con granella di croccante al pistacchio (torrone composto da zucchero, miele e pistacchi) creando un contrasto a parer mio davvero ... godurioso!!! 
Stampa la Notizia

Panbrioche variegato ai tre gusti



Lo avevo già accennato nel mio precedente post, quello del panbrioche al latte e caffè, che avevo in mente di prepararne un altro apportando però qualche modifica. E così ho fatto. Anche questo, come il suo predecessore, sta a metà tra un pancarrè e una briochenon è salato come il pancarrè ma non è nemmeno dolce come una brioche. E se, come recitava una famosa pubblicità di qualche anno addietro, "du gust is megl che uan", ora io dico "tre gust is megl che du"! E' buonissimo già da solo, ma anche accompagnato (ad esempio, spalmato di nutella o di crema di marroni). E' ottimo semplicemente inzuppato nel latte, oppure tostato e poi spalmato con burro e zucchero; e sicuramente anche in altri modi che devo ancora scoprire. Ecco a voi il mio panbrioche variegato ai tre gusti: latte, caffè e cacao.


Stampa la Notizia

Biscotti di pasta frolla alle noci


Consumare frutta secca a guscio, e in particolare le noci, fa bene alla salute dell'organismo e del cuore. Oltre ad avere un alto potere anti-colesterolo, sembrerebbe che le noci siano anche in grado di allontanare la formazione di cellule tumorali, tant'è che la Fondazione Veronesi quest'anno ha promosso un'iniziativa denominata "Le noci della prevenzione". In cucina le noci si possono utilizzare per tante pietanze, spaziando dall'antipasto fino al dolce. Qui io le ho utilizzate per fare dei buonissimi biscotti.
Stampa la Notizia

Torta ricotta e pere con nocciole



Rieccomi qua, dopo qualche giorno di assenza dal blog. In quest'ultimo periodo ho dedicato molte attenzioni al mio lievito madre, ho provato nuove varietà di pane e non a caso i miei ultimi post sono stati quello del Pan di pizza e quello del Pane con fichi e noci, ne ho ancora altri da mostrarvi ma lo farò più in là, adesso cambiamo argomento e parliamo di dolci. Chi mi segue probabilmente saprà che sono una "crostatara" convinta, sfornerei crostate dalla mattina alla sera, mi piace sperimentarne sempre di nuove partendo dalla mia base di pasta frolla e variando gli abbinamenti degli ingredienti, principalmente in base alla loro stagionalità. Oggi vi propongo una torta di ricotta e pere con una base di pasta frolla che però non ho steso in maniera uniforme, bensì ho preferito assemblare delle grosse briciole per ottenere una base irregolare e senza bordi, ricoprendo poi con la crema e creando un bel contrasto con le nocciole in granella. Per dare un po' di sofficità all'impasto questa volta al posto del solito lievito per dolci ho usato il cremore di tartaro. Ho inoltre utilizzato pere Abate, dalla polpa fine e zuccherina, e ricotta freschissima. Cos'altro dirvi? Provatela e.. fatemi sapere se vi è piaciuta.


Stampa la Notizia

Pan di pizza


Avere in casa un libro di Sara Papa è una tentazione continua, un invito a replicare le sue preparazioni, una più bella e più buona dell'altra. Qui mi sono ispirata al suo "Pan di pizza a doppia treccia", cambiando però la forma, ed ho dimezzato le dosi (la ricetta originale prevede 800 g di farina). La particolarità di questa ricetta è che l'impasto viene idratato con passata di pomodoro. Io ho adoperato il liquido dei pomodorini Valgrì, succosi e dolcissimi, mettendone poi qualcuno sopra alla mia ciambella come decorazione.
Stampa la Notizia

Pane con fichi e noci


Non so se si è capito, ma ho comprato un po' di fichi secchi (e anche un po' di noci) ultimamente. E dopo averne messo una parte nella confettura di mele di qualche giorno fa, dovevo pur utilizzare ciò che ancora ne rimaneva. Per cui ho pensato di farci un buon pane. Oramai il pane in casa lo faccio periodicamente, man mano che viene consumato, e questo è solo l'ultimo in ordine di tempo. Immagino che leggendo la ricetta qualcuno si chiederà cosa fare se non ha la disponibilità del lievito madre, e dove trovare la farina tipo 2, e in ogni caso se e come si può sostituire. Tutto si può fare, ma ovviamente cambia il risultato, e qui ve lo mostro.
Stampa la Notizia
Template by Dlmdesign.it