Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Buon Anno

E siamo giunti alla fine dell'anno ... è tempo di tirare le somme e di fare buoni propositi per il nuovo che verrà. Il mio 2012 non è stato poi bruttissimo, non voglio lamentarmi, anche se di sicuro ho avuto periodi migliori. In ogni caso, è stato l'anno in cui ho aperto questo blog, che mi ha dato tante piccole soddisfazioni, mi sono divertita tantissimo a fare ciò che amo: cucinare. Ringrazio le aziende con le quali collaboro e che hanno creduto in me. Voglio salutarvi e augurarvi ogni bene ripercorrendo il cammino fatto fin qui. Vi dico semplicemente

Felice 2013
A tutti voi, con affetto.
Maria Grazia

Stampa la Notizia

Torta di rose salata

Rieccomi qua, dopo qualche giorno di pausa. Quest'anno ho preparato il cenone della Vigilia di Natale, eravamo in sedici, ho cucinato diverse cose, tutto a base di pesce (con qualche piccola variazione per i ragazzi e i bambini che non lo gradivano) e purtroppo non ho scattato neanche una foto, nemmeno una! Mi sono chiusa in cucina fin dal primo pomeriggio, il tempo stringeva e perciò la macchina fotografica è rimasta spenta. Pazienza, man mano che preparerò nuovamente le stesse pietanze vedrò di postarle anche qui sul blog. Il giorno dopo, il pranzo di Natale è stato organizzato dalla mia mamma, per cui mi sono riposata, e nei giorni seguenti abbiamo giusto mangiucchiato qualcosa, ma i fornelli hanno lavorato pochissimo. Il forno poi è rimasto totalmente a riposo, fino a ieri sera. Non avevo molta voglia, inizialmente, poi è arrivata un'improvvisa crisi d'astinenza da mani-in-pasta e ho deciso di fare una pizza, ma non volevo fare "la solita pizza" e allora ho assemblato una "pizza di rose", che nella forma ricorda tanto la Pitta 'mpigliata dolce di qualche giorno fa. Ed ecco a voi ricetta e procedimento:
Stampa la Notizia

Susumelle


Le Susumelle (o Pittte di San Martino) sono un dolce tipico calabrese, specialità della zone di Reggio Calabria, Crotone e Vibo Valentia. In particolare, per le Susumelle di Reggio Calabria ho scoperto che esiste un vero e proprio disciplinare della CCIAA (ovvero la Camera di Commercio) che ne stabilisce i requisiti e prevede il rispetto di determinate condizioni, nei minimi dettagli. Ed è su questo documento (Disciplinare di produzione Susumelle di Reggio Calabria) che ho trovato la ricetta tradizionale delle Susumelle di Reggio. Certo, la ricetta standard è per 5 Kg di farina (gasp!), per cui ho dovuto ridurre in proporzione le dosi di tutti gli ingredienti in modo da renderla più adatta ad un consumo familiare. Ho preparato queste susumelle per la prima volta pochi giorni fa, una copia cartacea della ricetta naturalmente è già al sicuro nel mio scatolone :)
Stampa la Notizia

Pane di Babbo Natale

Quando, qualche giorno fa, tra i vari post condivisi a destra e a manca che viaggiano su Facebook mi è balzata agli occhi questa realizzazione tanto particolare, ho deciso che dovevo provarci anch'io, assolutamente. Trovo che sia un'idea geniale! Ribadisco che non è un'idea mia, l'ispirazione viene dal web (qui c'è il link del post originale con il tutorial completo a cui ho fatto riferimento). Ed è molto più facile di come potrebbe sembrare, è più facile a farsi che non a spiegarlo. Seguitemi ...
Stampa la Notizia

Pitta 'mpigliata


Questo è un dolce tipico calabrese, originario di San Giovanni in Fiore, località in provincia di Cosenza, molto diffuso in tutta la provincia cosentina e anche nel catanzarese. Viene preparato sia nel periodo di Natale che nel periodo di Pasqua. Ne esistono alcune varianti, ma fondamentalmente il dolce ha sempre la classica forma a "pitta" (ovvero tonda e schiacciata), nell'impasto c'è il vermut oppure un vino dolce, all'interno c'è sempre della frutta secca, con o senza miele. La ricetta che uso io l'ho trovata anni fa su un trafiletto di un quotidiano calabrese, che ho prontamente ritagliato e conservato nella mia scatola raccogli-ricette. L'abilità nella preparazione di questo dolce consiste principalmente nel formare delle sottilissime sfoglie di pasta. Sicuramente il lavoro viene facilitato se si utilizza una macchinetta per la pasta, soprattutto per chi ne fa in grandi quantità, come si usa dalle nostre parti. E' un dolce che si conserva bene per lungo tempo per cui si prepara in anticipo per essere poi gustato durante tutto il periodo natalizio.
Stampa la Notizia

Tortino di zucchine, patate e pomodori


Ecco un'altra di quelle ricette nate per caso e per necessità e che alla fine si rivelano davvero buone, molto più di ogni ottimistica aspettativa. L'altra sera, con l'intenzione di preparare una semplicissima parmigiana, prendo dal frigo la busta con le zucchine e comincio a pulirle; okay la prima, okay la seconda, la terza mi sembra già un po' molliccia, spunta di qua e taglia di là, finisce quasi tutta nella pattumiera; quarta zucchina, stessa sorte. "E ora come la faccio, la parmigiana, con questa misera quantità? Bene, faccio una parmigiana mista" - penso io - e prendo quel che ho in casa, e così viene fuori questo tortino. Non sarà leggero, vista la presenza della frittura, ma saporito sì, eccome! E sicuramente lo rifarò.
Stampa la Notizia

Turdilli


Questi dolci tipici, che si preparano in occasione del Natale, vengono chiamati con nomi diversi a seconda delle zone della Calabria: crustuli, turdilli, cannariculi ... A Cosenza si chiamano "turdiddri" - e voglio precisare che la pronuncia di questa "ddri" finale non è quella che si può desumere letteralmente, è un suono che si ottiene battendo la lingua dietro agli incisivi superiori e stringendo i denti, insomma non si riesce a spiegare a parole :-). Anche le ricette sono diverse, c'è chi li prepara con il mosto cotto, chi con il vino bianco oppure col vermouth, con il lievito, con le uova... ogni famiglia ha una sua ricetta tramandata da generazioni, ciò che le accomuna è il fatto che questi dolci siano sostanzialmente degli gnocchi di pasta al vino, fritti e poi passati nel miele d'api o in quello di fichi. E che nelle dosi degli ingredienti ci sia quasi sempre la fatidica frase "farina quanta se ne prende". Aaaargh!!!! Ma siccome questa è una cosa che ho sempre detestato, grazie alla mia mamma ho messo a punto delle dosi precise per 1 Kg di farina e oramai vado tranquilla, riescono sempre allo stesso modo. Ogni anno però è una lotta con mio marito, lui vorrebbe che ogni turdillo fosse grande quasi quanto una brioche, dice che a casa sua si usava così; suo papà si dilettava in cucina e io ho dovuto fare prove e controprove per arrivare ad un risultato di impasto che somigliasse a quello di mio suocero (che purtroppo non c'è più e non mi può dare consigli), ma se faccio i pezzi troppo grandi poi non riesco a friggerli bene, e allora ogni anno siamo alle solite: domanda mia - "Come sono venuti?"; risposta sua - "Sì, sono buoni, però ... devi farli più grandi". Pazienza, prima o poi se ne farà una ragione... forse ...
Stampa la Notizia

E' arrivato il premio!

Con questo post desidero ringraziare la padrona di casa, Gessica, che ha indetto il contest, e l'azienda Bacco, che mi ha inviato questa ricca confezione di meravigliosi prodotti. Con mia grande gioia, il mio Zuccotto al cannolo siciliano è stato infatti scelto tra le tante bellissime ricette iscritte al contest "Il Pistacchio di Bronte" e si è classificato al 1° posto per la Categoria DOLCI. Ieri è arrivato questo pacco: uno splendido regalo di Natale. Grazie !!!

Stampa la Notizia

Bocconotti alla marmellata, amaretti e mandorle

Le origini di questo dolce sembrano risalire alla fine del Settecento, in un paese dell'Abruzzo. Oggi i bocconotti sono tipici della tradizione non solo abruzzese ma anche lucana, calabrese e pugliese. Il nome deriva dal fatto che sono piccoli abbastanza da essere mangiati in un sol boccone. Il guscio di pasta frolla racchiude un ripieno che può essere di crema pasticcera o di marmellata o di cioccolato ma anche di miele, a seconda delle località in cui viene prodotto. Nella mia Calabria il prodotto tipico è il buccunottu di Amantea e Campora San Giovanni, ha una forma ovaleggiante con l'esterno in pasta frolla e un ripieno di cioccolato, mandorle tostate tritate, zucchero, cannella e chiodi di garofano. Molto rinomato è anche il Bucconotto di Mormanno (bucchinotto nella forma dialettale), molto piccolo (4 cm di diametro), che può essere ripieno tanto di cioccolato che di marmellata e spolverato di zucchero al velo. (Fonte: Wikipedia)
Questa è una mia personale versione, nata qualche anno fa sperimentando una crostata, trovata sul web, nella cui farcitura venivano abbinati gli amaretti alla confettura di prugne. La crostata era buonissima, da lì ho voluto provare a ricoprire completamente il ripieno, aggiungendo anche uno strato di pasta di mandorle. Invece di fare un'unica torta ho fatto delle monoporzioni, così sono nati questi dolci scrigni che da allora ogni anno preparo per Natale (ma non solo) e che non possono mancare nelle confezioni regalo che distribuisco ad amici e parenti.
Stampa la Notizia

AmoLaCasa


Oggi vi presento un'altra azienda italiana, la Siretessile, che produce biancheria per tutta la casa: cucina, soggiorno, letto, bagno e giardino. La gamma completa viene distribuita nei migliori ipermercati, in Italia e all'estero. I materiali di qualità, il pieno rispetto di tutte le normative nazionali e comunitarie, il continuo investimento in ricerca e sviluppo, una grande attenzione nel cogliere le tendenze di stile, la ricerca di colori e design sempre nuovi: questi sono i punti di forza del brand AmoLaCasa, che culminano nell'ottimo rapporto qualità-prezzo. I prodotti AmoLaCasa, studiati e pensati con il cuore, sono infatti alla portata di tutti. 
Ringrazio l'azienda per aver dimostrato interesse verso il mio blog e per avermi inviato la campionatura che vedete in foto, perfettamente in tema con il periodo delle Feste che stiamo vivendo. 
Visitate il sito www.amolacasa.it per scoprire tutte le collezioni attualmente disponibili; potete seguire AmoLaCasa anche su Facebook (http://www.facebook.com/AmoLaCasa).
A presto!

Stampa la Notizia

Tronchetto di Natale


Da qualche anno a questa parte ho preso l'abitudine di preparare il Tronchetto di Natale, ovvero "La Bûche de Noël". Si tratta di un dolce della tradizione francese che simboleggia il ceppo di legno bruciato nel camino la sera della Vigilia di Natale per riscaldare il Bambin Gesù. La versione che preferisco è quella al cioccolato, anche se per realizzare questo dolce si può spaziare con la fantasia e farcirlo con tante creme diverse. L'importante è che la forma ricordi quella di un tronco, appunto, ed è ciò che ho cercato di fare. La preparazione è un po' lunga, però è tanto tanto buono...
Stampa la Notizia

Crêpes al radicchio, taleggio DOP e salsa di noci

Buongiorno e buona festa dell'Immacolata, auguri a coloro che portano questo nome. Oggi mi riposo, sono stata invitata a pranzo, naturalmente porterò il dolce, l'ho preparato ieri nel pomeriggio e mi ha portato via parecchio tempo, sapremo presto se ne è valsa la pena. Vado veloce, vi lascio questa ricetta che potrebbe essere una proposta per le nostre tavole delle Feste e vi rinnovo l'augurio di una felicissima giornata. A presto!
Stampa la Notizia

Calamari in rouge


Il riso rosso della Camargue è un riso integrale dal chicco allungato, ha un colore rossiccio ed ha la caratteristica di rimanere croccante. Ha un sapore particolare, con un vago sentore di nocciola, è ottimo semplicemente bollito e condito con un filo d'olio, in insalata abbinato a verdure, ma si sposa benissimo anche con i sughetti a base di pesce e col pomodoro. Avevo avuto già occasione, qualche tempo fa, di provare l'abbinamento con i calamari e mi era davvero piaciuto, ma all'epoca non avevo postato su questo blog; quindi ieri ho deciso di prepararlo nuovamente e da oggi questa ricetta entra a far parte del mio "diario di cucina elettronico".
Stampa la Notizia

Torta all'arancia ricoperta di cioccolato


Ecco come ho utilizzato la crema all'arancia che ho postato qualche giorno fa. L'occasione da festeggiare era l'anniversario di matrimonio, sono ben 21 anni che quell'uomo lì mi sopporta (così dice lui) dentro casa, e quasi altri 6 fuori casa, prima del fatidico giorno del "Sì". Ebbene, ci siamo sposati a dicembre, e già immaginavo gli invitati, quando lo abbiamo annunciato: oltre all'abito avrebbero dovuto acquistare pure il soprabito ... Vent'anni fa sembrava di essere in tempi di crisi, oggi nulla è cambiato. O forse sì. Nel senso che si stava meglio quando si stava peggio... Ma lasciamo da parte questi discorsi malinconici e passiamo alla ricetta:
Stampa la Notizia

Rollè di tacchino con funghi e radicchio


Un rotolo farcito quando viene portato in tavola fa sempre la sua bella figura, che sia un primo piatto o un secondo o un contorno, è sempre buono e si può preparare in anticipo. Qui ho utilizzato la fesa di tacchino, carne molto gustosa ma con la tendenza a seccarsi in cottura, cosa che ho evitato facendola cuocere parzialmente al cartoccio e raccogliendo così i succhi rilasciati dalla carne insieme al formaggio contenuto all'interno. Con la farcitura ci si può sbizzarrire come si vuole, questa è una delle tante versioni che ho portato ultimamente sulla mia tavola e ve la propongo, sperando di potervi dare un suggerimento per il menù di tutti i giorni ma anche per occasioni più importanti.
Stampa la Notizia

Crema all'arancia senza uova


Buongiorno e buon lunedì a tutti. In questo freddo inizio di dicembre c'è proprio bisogno di una carica di energia, che ci aiuti anche a combattere tutti i microbi in agguato. La natura ci viene incontro con della fantastica frutta di stagione, quindi approfittiamone: questa crema è semplicissima, ha un profumo e un sapore meravigliosi, si può utilizzare per farcire e decorare torte e dolcetti di ogni tipo oppure si può gustare al cucchiaio accompagnandola con qualche biscottino. Per la sua preparazione ho utilizzato delle arance di Sicilia della varietà Navelina, appartenente al gruppo delle arance bionde e senza semi, particolarmente dolci e ricche di vitamine. E poi l'ho usata per farcire un bel dolce, ma di questo vi dirò prossimamente. A presto e buona settimana!
Stampa la Notizia

Sbriciolata alle mandorle, ricotta e amaretti


La ricetta di questa torta proviene dal blog di Isabella ed è stata scelta nel mio contest come miglior ricetta dolce a base di mandorle. Rispetto alla ricetta originale, nella mia c'è qualche piccola modifica che non ha assolutamente stravolto il risultato, la torta è buonissima e sicuramente nella versione originale lo è ancora di più, ma purtroppo io non avevo la "cremosa alle mandorle" che lei ha messo nei suoi ingredienti ed inoltre avevo pochi amaretti nella mia dispensa. Questa delizia ora è stata inserita nel mio quadernone delle ricette, quindi non poteva mancare nel mio "diario di cucina elettronico" ovvero il mio piccolo blog, per cui con il benestare di Isa la pubblico, così come l'ho preparata io, e... vi ricordo che da oggi parte il Contest di Natale "Albero... o Presepe?": per tutto il periodo delle Feste potrete iscrivere le vostre meravigliose ricette e condividere la magica atmosfera del Natale con le foto dei vostri addobbi. Vi aspetto! 
Stampa la Notizia

Fusilli alla crema di piselli, speck e taleggio


Ovvero: come far mangiare i piselli a chi nel piatto non li vuole vedere. Uno a caso? Mio figlio. Ha la pazienza di metterli da parte uno per uno, anche quando sono strettamente infilati nei buchetti della pasta, non so come faccia... ma proprio non li vuole masticare. E allora, oggi gli ho evitato questa fastidiosa operazione. Non so se abbia mangiato solo per fame o perché era sincero quando ha detto che ridotti in crema hanno un altro sapore. Sicuramente insieme allo speck e al Bontaleggio Mauri stavano bene. E poi c'era alla base anche un'ottima pasta, quella del Pastificio Pirro, e approfitto di questo post per ringraziare l'azienda che mi ha gentilmente fornito una nuova campionatura di prodotti, graditissima!
Stampa la Notizia

Frittata di verdure e formaggio


Questa è la risposta a chi pensa che in casa di una foodblogger si mangi sempre in maniera ricercata ed elaborata. Niente di più falso, a casa mia quando la sottoscritta ha impegni e il tempo da dedicare in cucina è proprio poco si va spesso di prosciutto e mozzarella, o di piatti caldi ma comunque ultra semplici, e soprattutto ultra veloci. Ogni tanto trovo questo argomento anche su altri blog e tutti convengono che a volte la gente si fa delle idee sbagliate. Da me, ieri sera, frittata! E perché, forse non son buone le frittate? Si possono fare in mille modi ed hanno un profumo inconfondibile che riempie tutta la casa. Qui ho utilizzato due verdure che ho sempre nel frigorifero e che adopero spesso, l'avrete sicuramente notato. A carote e zucchine ho unito il formaggio Mauri che ha dato un tocco veramente saporito a questa frittata dell'ultimo minuto.
Stampa la Notizia

Involtini di vitello ai peperoni


Gli involtini sono un modo per cucinare in maniera diversa quella che altrimenti sarebbe sempre "la solita fettina". L'importante è utilizzare il taglio di carne giusto, altrimenti restano duri e stopposi. Io ad esempio quando devo utilizzare la carne di vitello preferisco acquistare i tagli di carpaccio o straccetti, perché sono molto magri, vengono affettati sottilmente e richiedono pochissimi minuti di cottura. Su come riempire un involtino, c'è solo l'imbarazzo della scelta. Questo qui è un modo abbastanza leggero e gustoso, a parer mio. Ci starebbe proprio bene anche un po' di peperoncino, ma i miei figli ne fanno volentieri a meno, per cui non l'ho messo, con mio grande dispiacere ...
Stampa la Notizia

Il Contest di Natale: "Albero... o Presepe?"

E’ terminato da poco tempo il mio primo contest e sono qui, a ringraziare nuovamente tutti voi che avete dato il vostro contributo per la sua buona riuscita: le 100 ricette pervenute, infatti, una più bella e più buona dell’altra, dimostrano che il contest vi è piaciuto e che avete partecipato con piacere. E allora, come avevo già scritto qualche giorno fa, adesso ci ho preso gusto … e visto che manca un mese a Natale, ho deciso di organizzare un altro contest, questa volta a tema natalizio.

Il banner

Quale dei due rappresenta maggiormente per voi il Natale, l’albero o il presepe? Ecco un’occasione in più per esprimere la vostra preferenza verso uno dei due simboli della Festa più bella dell’anno. Protagoniste del contest saranno le ricette dei vostri Menu delle Feste: preparate una pietanza, dolce o salata, e fotografatela insieme al vostro addobbo preferito, che sia esso un componente dell’albero, o del presepe, ma anche un addobbo della casa in generale. Se vi fa piacere, inserite nel vostro post anche una o più foto del vostro presepe e/o del vostro albero di Natale. Sarà un modo per condividere maggiormente l’atmosfera natalizia, non solo con quello che prepariamo nelle nostre cucine ma anche con ciò di cui amiamo circondarci, nelle nostre case, in questo particolare periodo dell’anno. E ci sarà un piccolo regalino anche per questo, oltre che per le ricette… 

*** CONTEST CONCLUSO ***

Stampa la Notizia

Crostatine al cioccolato


Buongiorno e buon sabato a tutti. Oggi pubblico questo dolcetto che ho realizzato per la quarta manche dello Speedy Food di Memole, come ingredienti da utilizzare io ho scelto farina, zucchero, burro, uova e cioccolato aggiungendo anche noci e pinoli. Questo è ciò che ho tirato fuori, se amate il cioccolato provate questo ripieno per le vostre crostate, è semplicemente godurioso. Buon fine settimana e a presto! 
Stampa la Notizia

Salmone in crosta di zucchine e menta


Il salmone è un pesce molto apprezzato in cucina, la sua carne pregiata e saporita si gusta semplicemente cotta al forno o alla griglia, ma anche come condimento della pasta o come antipasto. E' un pesce molto grasso ma ricco di Omega 3. Quando lo trovo fresco, in pescheria, lo acquisto immediatamente e poi mi piace cucinarlo nel modo più semplice possibile, con pochi ingredienti dal sapore delicato, proprio come ho fatto l'altra sera. 
Stampa la Notizia

Poloplast


Sono lieta di presentarvi la mia collaborazione con 

un'azienda tutta italiana, la cui struttura produttiva è collocata nella provincia di Treviso. Poloplast opera da quasi vent'anni nel settore dei contenitori in plastica per alimenti ed offre una gamma completa di articoli per la Gelateria, la Pasticceria e il Catering. Si tratta di prodotti monouso e riutilizzabili, che si distinguono sia per qualità, sia per la bellezza delle forme; il design ricercato valorizza infatti la presentazione dei cibi che vengono posti al loro interno. L'impiego di tecnologie all'avanguardia garantisce a clienti e a partner commerciali di poter ottenere gli articoli richiesti con rapidità, economicità e flessibilità. 
Nel 2012 inoltre l'azienda ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 9001:2008, che attesta la conformità di Poloplast srl agli standard internazionali per i sistemi di gestione. Questo conferimento rappresenta una fondamentale garanzia per il Cliente. Poloplast è la prima azienda produttrice di packaging per alimenti in plastica, la cui produzione avviene completamente in Italia, ad aver conseguito la certificazione ISO 9001. Acquistando prodotti Poloplast si sostiene il vero Made in Italy.
Sono davvero felice che l'azienda abbia dato al mio blog la possibilità di partecipare alla 2° edizione di PoloBlog, per far conoscere così anche ai miei lettori la qualità che da sempre la contraddistingue.
Per saperne di più, visitate sito www.poloplast.it e la fan page di Facebook www.facebook.com/poloplast.
La campionatura di prodotti di cui sono stata omaggiata, e che potete ammirare nella foto, è composta da:
  • Contenitori per cassata con coperchi
  • Contenitori per zuccotto con coperchi
  • Vassoi Sky e Mini dessert Trilogy+Felix+Fox+Mozart+Perla
  • Vassoi Stella
  • Piatti Kontengo+Vanity
  • Contenitore Lady Zuppy
  • Piatti Spigolo
  • Coppe Backino
  • Piatti Barchetta+Gondola
  • Mini dessert Shuttle+Apollo
e tanto altro. Vi presenterò meglio i singoli prodotti quando li utilizzerò nelle mie ricette. A presto!

Stampa la Notizia

Carbonara con speck e carciofi


Non me ne vogliano i veri intenditori della carbonara se presento questa versione un po' stravolta, ma io la trovo davvero buona e la preparo spesso così, sostituendo la pancetta con lo speck (o anche col prosciutto cotto) e aggiungendo i carciofi. E' una preparazione molto semplice e veloce e per gustarla al meglio, a mio parere, ci vuole la pasta fresca, come ad esempio gli spaghetti alla chitarra che ho usato io in questa occasione.
Stampa la Notizia

Fagottini di pasta brioche alle mele e uvetta


Cosa c'è di meglio di una brioche fragrante per iniziare la giornata? La ricetta di questo impasto l'ho trovata sul pacco della farina; rispetto alla ricetta originale ho apportato qualche modifica, ad es. ho messo un po' di zucchero in più, ho tolto un albume, ho aggiunto la buccia di limone grattugiata per aromatizzare, nonché un pizzico di sale, che metto sempre nei miei impasti. E come sempre, vi illustro il procedimento dettagliato:
Stampa la Notizia

Contest La Mandorla - le ricette scelte


E' stato difficile ... ma ce l'abbiamo fatta!
Prendo in prestito queste parole da una famosa pubblicità perché rendono bene l'idea della situazione che io e le mie amiche-colleghe blogger (Bea, Daniela, Licia e Roberta) abbiamo affrontato quando è arrivato il momento di fare le nostre scelte. Tante ricette bellissime e buonissime, e le nostre preferenze non coincidevano. Poi ci siamo confrontate e alla fine ci siamo ritrovate tutte d'accordo. Premetto che, come specificato nelle regole del contest, le ricette sono state valutate in base alla loro composizione e realizzazione, con un occhio anche alla presentazione finale. Inoltre avevo scritto nel mio post che lo scopo di un contest, secondo il mio punto di vista, è quello di stimolare la fantasia e la creatività in cucina. Di tutto ciò abbiamo tenuto conto in questa difficile scelta. La maggiore difficoltà l'abbiamo incontrata sulle ricette dolci, il loro numero era oltre il triplo rispetto a quelle salate e c'era una gran varietà di impiego dell'ingrediente base, ovvero le mie adorate mandorle (o loro derivati). Bene... dopo queste premesse, bando alle ciance ed ecco i risultati:
Stampa la Notizia

Saturnia


Oggi vi presento Saturnia, industria di porcellane made in Italy conosciuta in tutta Europa. Specializzata nella fabbricazione di prodotti per la ristorazione e per uso domestico, grazie alle continue innovazioni tecnologiche ed alla costante attenzione rivolta agli aspetti qualitativi dei prodotti rappresenta una solida realtà nel panorama internazionale del settore. Alcuni punti di forza: gamma più che completa, servizio puntuale, programmazione accurata, continuo rinnovamento di forme e decori. Consultando il sito web dell'azienda (www.saturnia.net) potrete ammirare le collezioni sui cataloghi on-line e vi renderete conto della bellezza e della qualità dei prodotti, spaziando dal genere più classico fino a quello più moderno, che sia bianco o decorato oppure a tutto colore.  
Ringrazio Saturnia per la campionatura di prodotti di cui mi ha omaggiato, potete vederli nella foto, per ora sono vuoti ma presto ve li presenterò ben riempiti ... :)

Stampa la Notizia

Tagliata di tonno al pepe rosa con carciofi e aceto balsamico


Quando in pescheria trovo il filetto di tonno fresco  non riesco a trattenermi dall'acquistarlo in grande quantità. Una parte lo consumo subito ed il resto va nel congelatore. Così, all'occorrenza, posso portarlo in tavola anche quando non è periodo di pesca del tonno. Questo trancio era davvero freschissimo, non tanto per il colore brillante, che potrebbe anche essere indotto con appositi trattamenti, ma per il fatto che al naso non si può mentire: il tonno veramente fresco, infatti, non ha alcun odore. Il suo sapore è delicatissimo, decisamente tutta un'altra cosa rispetto a quello che troviamo inscatolato. Ed è importantissimo non prolungare a lungo la cottura, altrimenti diventa stopposo. Questa è stata la mia cena di ieri, la condivido con voi e vi auguro una felice giornata.
Stampa la Notizia

Crostata con farina di castagne, crema e rum

Stamane vi do' il buongiorno con un dolce: ho assemblato una crostata, ricalcando un po' una ricetta che ogni tanto faccio (ma in quel caso utilizzo le mandorle). Se vi piace il sapore della farina di castagne, questa crostata vi piacerà di sicuro. Già ieri sera era buona, ma questa mattina ancora di più :)
Stampa la Notizia

Contest La Mandorla


Buongiorno e buon San Martino. Ieri a mezzanotte si è ufficialmente concluso il mio primo contest e oggi sono qui a dirvi 100 volte grazie! Sì, le ricette pervenute sono proprio 100, non me lo sarei mai sognato di raggiungere questo numero e invece, grazie a voi, il risultato è stato questo. Speravo di riuscire a stimolare la vostra fantasia e la vostra creatività e le ricette pervenute dimostrano che è andata proprio così, vi ringrazio immensamente per aver voluto condividere, tramite il mio blog, le vostre meravigliose creazioni. Ora inizia la parte più difficile: dover scegliere. Io e le amiche che hanno accettato di aiutarmi ci metteremo subito al lavoro in modo da non farvi attendere troppo, spero di potervi comunicare le nostre decisioni finali nel più breve tempo possibile. Intanto, buona domenica a tutti. A presto!

Stampa la Notizia

Mauri


Ecco il box di degustazione che Mauri, azienda conosciuta fin dal 1920 per la qualità dei suoi formaggi, mi ha inviato per poter realizzare le mie ricette. Con l'arrivo dell'autunno l'azienda ha selezionato quattro formaggi in linea con la stagione, perciò ho ricevuto: il Bontàzola piccante, intenso e fortemente aromatico; il Duetto, raffinata specialità che unisce la dolcezza del mascarpone all'aromaticità del Bontàzola; il Bontaleggio, formaggio Mauri per eccellenza, dal gusto dolce e delicato; infine il Fiorone di Capra, cremoso a pasta fresca prodotto con latte caprino pastorizzato.
Ringrazio l'azienda Mauri per il gentile omaggio. Per ogni altra informazione visitate il sito www.mauri.it  e la pagina Facebook http://www.facebook.com/MauriFormaggi.
A presto!

Stampa la Notizia

Zuppa di pescatrice con gamberi e crostini al mais


Questa zuppa è venuta fuori in uno dei tanti momenti in cui l'ora di cena (ma anche quella di pranzo) si avvicinava e mi ponevo la fatidica domanda: "E adesso? Cosa posso preparare?" In questi casi che si fa:  si aprono gli sportelli della dispensa, il frigorifero e il congelatore e poi una lampadina si accende nella testa. E così ho trovato nel freezer un grosso trancio di rana pescatrice, acquistata qualche tempo prima, ed ho pensato che fosse perfetta per una zuppa. Ma avevo solo quella, sigh, neanche una seppiolina, dei frutti di mare, qualche piccolo scampo... però c'erano dei gamberoni! Tutto sommato, si poteva fare. Ne è venuta fuori una zuppa molto delicata, e non poteva essere altrimenti, visto che sia la pescatrice che i gamberi hanno un delicatissimo sapore di mare e una consistenza soda e polposa.


Stampa la Notizia

Le Farine Magiche - Decorì


Conoscete sicuramente il Gruppo Lo Conte industrie alimentari: la sua produzione spazia dalle farine alle decorazioni per dolci, agli aromi, ai colori, ai prodotti biologici e tanto altro. Alla linea "Le Farine Magiche", con la quale il gruppo è specializzato nel settore delle farine speciali, l'azienda affianca il marchio "Decorì", che comprende una vasta gamma di decorazioni e di ingredienti per la pasticceria casalinga. La mission dell'azienda è la continua ricerca di novità mantenendo sempre alta la qualità dei propri prodotti. Con i prodotti Lo Conte tutti possono diventare dei maghi in cucina e dare spazio alla propria fantasia.
Ringrazio l'azienda per la campionatura che mi ha inviato e vi invito a visitare il sito all'indirizzo http://clienti.loconteshop.com per scoprire tutta la vastissima gamma dei prodotti disponibili.
A presto, con nuove ricette!

Stampa la Notizia

Focaccia con farina di mais


Sono di nuovo con le mani in pasta. Mi rilassa, mi diverte, e poi è sempre bello attendere che il lievito faccia il suo lavoro e nel frattempo la pasta si gonfia, cresce, diventa una nuvola soffice. Questa volta con lo stesso impasto ho preparato una focaccia e dei panini, leggermente rustici per la presenza del mais integrale e molto saporiti. Ecco la ricetta:
Stampa la Notizia

Dolcetti con crema al limone e mandorle


Manca meno di una settimana alla scadenza del mio contest e voglio ringraziare tutti voi che avete già inviato le vostre ricette e coloro che lo faranno. A costo di sembrare retorica voglio dirvi che non mi aspettavo tutta questa partecipazione e veder arrivare tante ricette mi ha reso molto felice, sono felice che vi sia piaciuto l'argomento e che vi abbia stimolato, spero che chi vincerà potrà apprezzare anche i premi che ho scelto, sebbene siano di modesto valore. Bene, sono talmente contenta che... ci ho preso gusto e già sto pensando di organizzarne un altro ! Ma intanto pensiamo a questo: vi ricordo che la scadenza è fissata alla mezzanotte del 10 Novembre prossimo, perciò se volete partecipare e non l'avete ancora fatto... affrettatevi !!!


La ricetta di oggi è proprio in tema con il contest, l'avevo già realizzata e postata qualche tempo fa su un altro blog, ora ho rifatto questi dolcetti aggiungendo le mandorle nell'impasto del pandispagna e ve li ripropongo perchè sono davvero facili e molto buoni. Al posto della lemon curd potete utilizzare una normale crema pasticciera al limone, se preferite, purchè sia bella densa. 
Vi abbraccio :)
Stampa la Notizia

Torta di carote, nocciole e farro


E' passato qualche tempo da quando ho ricevuto il pacco delle farine biologiche del Mulino Marino, ma in questi giorni ho dato precedenza alle ricette da iscrivere ai vari contest in scadenza e la farina è rimasta ferma nella mia dispensa. Ieri sera però, pensando ad un dolce da preparare per la colazione del giorno dopo, ho aperto il primo pacco. Ho iniziato con la farina di farro, l'ho utilizzata in questo ciambellone un po' rustico, abbinandola a carote e nocciole e aggiungendo un tocco goloso di cioccolato gianduia. Buonissimo, ricco di fibre e di antiossidanti, ideale per iniziare la giornata. E per far mangiare carote e cereali diversi dal frumento a chi, a casa mia, dice sempre "non mi piace" ancora prima di assaggiare... Ho svelato gli ingredienti solo dopo che ne era sparita già una metà. Cattiva? No, affatto! Non hanno mica smesso di mangiare, dopo...

Stampa la Notizia

Strudel salato con porcini e asparagi



Lo strudel è un dolce a pasta ripiena e arrotolata, che però si presta benissimo anche per le versioni salate. Così, mentre nella sua versione dolce più conosciuta il ripieno è a base di mele, uvetta, pinoli e cannella, in questa mia versione salata ho sostituito gli ingredienti con funghi, asparagi e grana, mantenendo i pinoli. Mi è piaciuto molto, perciò ve lo propongo. Buon lunedì e felice settimana a tutti voi.

Stampa la Notizia

Risotto alle noci e zafferano su vellutata di zucca


Ed eccomi qui, pronta per la seconda manche del gioco organizzato da Memole. Dopo la ricetta dolce con la quale ho partecipato alla prima manche, stavolta ho optato per una ricetta salata. Ho scelto i miei sette ingredienti ed ho fatto in modo di farmeli bastare. Ne è venuto fuori questo risotto che, se non avessi dovuto costruirlo ad hoc per l'occasione, probabilmente non mi sarebbe mai venuto in mente di fare, e sarebbe stato un vero peccato. Ma passiamo alla ricetta.

Stampa la Notizia

Ceramiche Tapinassi


Vi presento un'azienda che da oltre 50 anni produce ceramica artistica di qualità, secondo la grande tradizione della ceramica toscana. Ceramiche Tapinassi è un'azienda moderna, seppur saldamente legata alle proprie origini, ed è in grado di produrre dal singolo oggetto di elevato pregio artistico, realizzato in maniera del tutto artigianale, a grossi quantitativi di prodotti destinati alla grande distribuzione. La produzione aziendale comprende una vasta gamma di articoli per la tavola (piatti, pirofile, vassoi ecc.), per l’arredo della casa (piatti e pannelli da muro, vasi di ogni genere), per l’arredo di esterni e giardini (orci, fontane, tavoli e fioriere). Oltre al proprio stabilimento, l'azienda dispone dell'Officina del gusto, uno spazio aperto al pubblico dove si possono acquistare oggetti in ceramica e prodotti tipici del Casentino e della Toscana.
Ringrazio l'azienda per la bellissima campionatura di prodotti che mi ha inviato e che presto utilizzerò per la presentazione delle mie ricette. 

Stampa la Notizia

Torta Zucca


La zucca è un pò il simbolo dell'autunno ed è il simbolo per eccellenza della Festa di Halloween. Non amo particolarmente questa festa nè tutto l'horror che porta con sè, sono un tipo impressionabile :) Ma la zucca la trovo troppo simpatica e perciò ho deciso di preparare una torta che ne rispecchiasse la forma. L'idea l'ho trovata in giro per il web (ma non saprei attribuire la maternità o paternità, come spesso succede), la ricetta l'ho preparata utilizzando ingredienti di mia scelta e nell'ottica del "Dolcetto o Scherzetto", che è appunto il tormentone di Halloween, ho deciso di fare uno "scherzetto" nascondendo all'interno il "dolcetto": una vera zucca con tanto di sorpresa!
Stampa la Notizia

Involtini di carne di maiale con prosciutto e formaggio

Buongiorno! Oggi è sabato ed è la giornata dedicata alla spesa, perciò vado ancora più di corsa del solito. Vi lascio questa semplice ricetta, se anche voi come me state pensando a cosa preparare per i pranzi e le cene di questo fine settimana, questa potrebbe essere un'idea. Sono degli involtini molto semplici ma altrettanto gustosi, io preferisco farli con il taglio del prosciutto di maiale perché rimangono molto morbidi, per nulla secchi. Il sughetto che si forma sul fondo della pentola induce a fare la classica "scarpetta". Eh sì,  la tentazione è forte ma il girovita poi protesta :) 
Buon week-end a tutti.
Stampa la Notizia

Tozzetti salati con noci e Sbrinz


Questa è la ricetta che ho preparato per partecipare al contest del blog Peperoni e Patate organizzato in collaborazione con il Consorzio Formaggi della Svizzera - Switzerland Cheese Marketing Italia S.r.l.
Il contest chiede di reinterpretare ricette tipicamente italiane attraverso l’utilizzo di tre fra i più famosi formaggi della Svizzera: Emmentaler DOP, Le Gruyère DOP e Sbrinz DOP.
Io ho scelto un prodotto solitamente dolce, ovvero i tozzetti con la frutta secca, reinterpretandoli in una versione salata con il formaggio Sbrinz DOP.

Stampa la Notizia

Torta di mele rovesciata


Buongiorno, non so voi ma io oggi ho un mare di cose da fare, però il tempo per un dolcetto l'ho trovato; la colazione è il pasto più importante della giornata e bisogna pur invogliare la famiglia a sedersi a tavola, come la famosa famigliola delle briochine di marca.. sì, magari! A casa mia al mattino sembriamo tutti degli zombie, un occhio chiuso e l'altro semi-aperto, i capelli arruffati, e poi di botto c'è il fuggi-fuggi: è tardi, è tardi! E allora una fettina di torta addolcisce sempre, anche nei momenti più critici. L'impasto è quello solito che uso per la torta allo yogurt, presa dal blog di Renata. Lo stampo a forma di fiore è perfetto per la decorazione con le fette di mela. Un pò di cioccolato sopra ci sta sempre bene. Che altro dire? Possiate avere una dolcissima giornata!

Stampa la Notizia

Pitta china con broccoli e salsiccia


La pizza chiusa è una pizza formata da due strati con un ripieno all'interno. In Calabria prende il nome di pitta chjina, ovvero pitta ripiena. Per chi non lo sapesse, la pitta è un tipico prodotto di panetteria calabrese, viene preparata con l'impasto del pane ed ha generalmente la forma di una ciambella schiacciata. 
Quando sui banchi della verdura compaiono i broccoli di rapa, allora mi accorgo che è davvero arrivato l'autunno e che il Natale è alle porte. La ricetta tipica li vuole insieme alla salsiccia, meglio se piccante. E broccoletti e salsiccia costituiscono un ripieno sensazionale per la pitta chjina. Provare per credere.

Stampa la Notizia

Cupcakes alla nutella


Buongiorno a tutti, come va il vostro week end? Il mio è iniziato come al solito con un risveglio anticipato; durante la settimana per tirarmi giù dal letto ci vuole una gru che mi sollevi di peso, sabato e domenica invece schizzo via come un toast dal tostapane. Sarà che stamattina tutta la famiglia aveva fretta di far colazione: ieri sera infatti ho sfornato questi dolcetti semplici, tutto sommato veloci da preparare, senza decorazioni ricercate, ma direi comunque abbastanza golosi. E così la giornata è iniziata con una carica di energia. Buon fine settimana!

Stampa la Notizia

Zuccotto al cannolo siciliano

Questo è un dolce che mi piace tanto, ma che prende tempo e fatica, ragion per cui non lo faccio spesso, sebbene chi l'abbia assaggiato continui a richiedermelo con insistenza (vero, caro cognato?). Di solito faccio una versione con la farcitura al cioccolato fondente, ma per inaugurare la collaborazione con l'azienda Bacco  ben volentieri ho utilizzato il pistacchio, che amo alla follia. Ho visto questo dolce qualche tempo fa sul web, una pasticceria catanese aveva realizzato uno zuccotto e l'aveva completamente ricoperto con cialde di cannolo e zucchero a velo; è a questa realizzazione che mi sono ispirata, apportando come sempre le mie personali modifiche. Preparatevi alla lettura di un lungo post ...
Stampa la Notizia

Mulino Marino


In questa nostra generazione dei cibi veloci, dell'utilizzo di conservanti, di addensanti e miglioratori, il Mulino Marino rappresenta un ritorno alla genuinità e alla semplicità degli alimenti. Coltivazioni biologiche di cereali che vengono poi macinati a pietra naturale: non solo grano, ma anche mais, riso, farro, enkir, segale, grano saraceno, kamut, ceci, castagne. Perchè i prodotti biologici sono più ricchi di principi attivi. La raffinazione che avviene per mezzo di rulli d'acciaio nei mulini moderni rende la farina bianchissima, ma elimina anche tutti gli elementi contenuti negli strati esterni dei chicchi o nel germe. Macinare una materia prima biologica per mezzo della pietra naturale, con un solo passaggio, consente di avere un prodotto molto più  gustoso, più ricco di fibre e più nutriente. Il germe, presente nelle farine macinate a pietra, racchiude le sostanze nutritive più preziose.
Questa è la filosofia di lavoro del Mulino Marino, con cui sono lieta di poter collaborare.


Ho ricevuto una scatola: ecologica, prodotta esclusivamente con gli scarti delle lavorazioni del legno, senza collanti ma messi insieme solo con la pressatura. Sul coperchio c'è scritto “SCATOLA PER LA FARINA E LE COSE BUONE”. Aprendola, ho trovato all'interno vari sacchetti: farine per pane, pasta, pizza, pane azzimo, ma anche legumi, nonchè un grembiule per la cucina e il catalogo dei prodotti.
Ringrazio l'azienda Mulino Marino, andrò a realizzare presto delle buone ricette cercando di impiegare al meglio questi prodotti  di alta qualità.
Stampa la Notizia
Template by Dlmdesign.it